Libri pubblicati

Piccolo rituale per togliere una fattura o un malocchio.


occhio bluVi propongo un’ opera esoterica molto semplice appartenente alla tradizione della magia bianca e che serve per proteggersi (in maniera molto efficace) da malocchi e fatture.
È molto antica e la ritroviamo in molte varianti ma gli elementi simbolici e pratici sono sempre gli stessi: la luce, la purificazione attraverso l’acqua il sale ed il rosmarino e le proprie energie positive.
Il materiale che vi servirà per questa opera di magia è realmente semplice da recuperare.
  • Una candela bianca
  • Filo nero di 20 cm non troppo sottile (possibilmente di lana o cotone)
  • Un porta candele (può essere un pentolino, un piatto...quello che volete l’importante è che sia ignifugo)
  • Acqua
  • Un rametto di Rosmarino 
  • Sale grosso
Dovete prima di tutto procedere con purificare i semplici oggetti necessari a questo rito utilizzando anche del semplice sale con dell’acqua e un rametto di rosmarino.
Mettete del sale grosso nell'acqua e con il rosmarino aspergete la candela ed il filo nero.
In alternativa potete utilizzare anche dell’incenso a base di sandalo e della salvia fumigando gli strumenti da utilizzare.
Una volta purificati gli strumenti prendete la candela e tenetela un’attimo ed intensamente fra le Vostre mani concentrandovi ed impregnandola con la Vostra energia positiva immaginandola in grado di scacciare qualsiasi negatività,
Ora prendete lo spago e avvolgetelo fra l’indice ed il medio della Vostra mano abile (quella che utilizzate per scrivere) stringendola a pugno.
Ora desiderate intensamente che la fattura o il malocchio che pensate che vi affliggono passino sullo spago. Annodate il filo attorno alla candela per tre volte dicendo questa formula anch'essa per tre volte, ogni volta che fate un nodo.
“Tre volte il male è annodato, da me ora lontano è scacciato. Fuoco che divampi e ustioni, cancella per sempre questi dolori!
Rimanete in meditazione e osservate la candela bruciare assieme allo spago.
Con esso brucerà anche la fattura o il malocchio che vi opprime.
Potete, se lo ritenete necessario, ripetere questo incantesimo lasciando passare un’intervallo di sette giorni fra un rituale e l'altro.