Il rito di San Vito e di Santa Elena



Come il rituale del limone anche il rito di San Vito e di Santa Elena è un' antico rito che trova le sue

fondamenta nella tradizione Siciliana.
E' un potente rito che serve per 'legare' a se la persona desiderata.
Si tratta di Magia Rossa anche se alcune sfumature come l'evocazione del diavolo possono farlo sconfinare nella Magia Nera.
Fate attenzione a non fare questo rito, quindi, senza le dovute protezioni spirituali (sto preparando un articolo riguardante questo argomento), per esempio prima e dopo andando in chiesa e pregando la madonna come era in origine.
Infatti nelle tradizioni 'stregonesche' siciliane dell'entroterra c'è sempre questo contrasto fra sacro e profano, fra magia esoterica e devozione ai santi.
Ve riporto il rituale sia in dialetto siculo (è il caso di definirla lingua?) che tradotto.
Come tutti i riti l'efficacia maggiore si ottiene celebrandolo nella lingua originale.

U ritu di Santu Vituzzu e Santa Lena 

A mezzanotte, in un venerdì di luna piena inginocchiarsi in un luogo solitario e dire:
 “Santu Vituzzu e Santa Lena uniti Vui li catini aviti,li cani forti li liati li cori cchiu forti li junciti" 
A questo punto fare dei cerchi con l’indice della mano destra, in senso orario, sul pavimento per tutta la durata della seguente orazione:

"E giria la catina comu giria la luna,comu giria l’animalu,comu giria la rota di la fortuna ca su sempri a lu pernu." 

Quindi fermarsi con i cerchi e continuare l’orazione, dicendo:

“Diavulu di lu ‘nfernu,Luna di Marti bedda, stidda lucenti

a (nome cognome e data di nascita della persona da legare) l’allucinati e a mia (dire il proprio nome cognome e data di nascita) mi l’attaccati.
N.N.(dati persona da legare) nun parra,  nun vidi,  nun senti, sulu a mia (propri dati) accunsenti e sulu a li mei intenti!
Ancili di la sorti stati cu mia!
Santu Vituzzu e Santa Lena a N.N.(dati persona da legare) Tu mi l’attacchi e tu mi lu ‘nfren" 

Rito di San Vito e di Santa Elena

"San Vito e Sant’Elena uniti, 
Voi le catene avete i cani forte li legate i cuori più forte li unite. 
E gira la catena, come gira la luna, 
come gira lo strumento per tessere, 
come gira la ruota della fortuna che sono sempre al centro dell’universo.
Diavolo dell’inferno luna di Marte bella Stella lucente, 
tutti potenti N.N. lo ammaliate e a me N.N. me lo attaccate. 
Non parla, non vede, non sente solo a me acconsente e solo alle mie intenzioni. 
Angeli della sorte state con me! 
San Vito e Sant’Elena, Voi me lo legate e Voi lo fermate con me”