Libri pubblicati

Rito delle candele e delle rose


Vi propongo oggi, un rito semplice di magia rossa / bianca che serve per riconfermare e rendere più solido il rapporto con il partner , rapporto che magari sta passando un momento di crisi o di 'stanca'.
Fa parte dei riti 'personali'. 
E' un rito che deve essere eseguito personalmente perché serve per riequilibrare il proprio microcosmo in funzione di migliorare il protendere verso la persona amata. 
Questo genere di riti servono per raggiungere una maggiore serenità e rendere positiva la nostra aurea che influenzerà anche atteggiamenti e sensibilità della persona per cui vibra il vostro 'cuore'. 
E' un rito che prevede preghiera, concentrazione e silenzio. 

Recuperatevi il seguente materiale:
  • Una foto vostra e del vostro partner. 
  • Una candela bianca e una rossa
  • Una rosa fresca (magari appena recisa) e rossa. 
Prendete le foto e mettete la vostra foto sotto la candela bianca e quella del vostro partner sotto quella rossa. 
Posizionate sull'altare anche la rosa rossa in mezzo alle due candele. 
Ovviamente tenete le luci soffuse, meglio se riuscite a tenere solo quella generata dalle due candele. Dite l'orazione di Maria Maddalena meditando e pensando al vostro amore: 
Maria Maddalena , oh tenerezza infinita,
come una deliziosa armonia,
Così leggera, dolce e umile presenza, che mi pervade con tanta facilità .
Con felicità, mi sento accolto,
e la tristezza del mio cuore assediato,
Svanisce in una pace meravigliosa, con la semplicità di una vita gioiosa.
Riconosco il tuo cuore intenerito,
quando tutto il paesaggio gioioso,
mi circonda con la sua grande benevolenza,
con il calore di una bella atmosfera.
Poi nella mia anima, ti cerco dappertutto,
E’ il mio amore, la mia devozione soprattutto,
tutta intera nella bellezza di un volto, ti amo maestosa e senza età.
Tu sei per me la grazia di Dio,
la luce del sole radioso,
contemplazione, profonda gratitudine,
una Dea che è Beatitudine. 
Dopo la preghiera e la meditazione prendete la rosa, le candele e le foto e seppellitele sotto un'albero.