Libri pubblicati

Incantesimo di Osiride per punire l’infedeltà del partner


Questo è un incantesimo di magia rossa ma lambisce per molti aspetti la Magia nera e prevede un invocazione alla Dea Osiride.
Per essere sicuri dell’efficacia dovete essere in un momento in cui avete un sentimento molto forte d’ira e di desiderio di vendetta.
Per eseguire questo rito non avete bisogno di protezione spirituale, ne di cerchi magici.
Il rito si regge sopratutto sulla vostra convinzione di volervi vendicare per essere stati traditi.
La Dea Osiride è sempre molto benevola verso chi la invoca e 'sensibile' nelle questioni di cuore.
In generale, se siete nel giusto, e avete fede in lei otterrete sicuramente ascolto e le vostre richieste saranno esaudite.

Materiale necessario:
  • La fotografia dell’ex a figura intera
  • 12 candele nere
  • 1 candela rossa
  • 13 spilli
  • 1 limone 
L’incantesimo dovrà essere eseguito in un venerdì 13 di luna calante a mezzanotte.
Posizionare le candele in circolo (in senso antiorario), partendo da quelle nere e lasciando quella rossa per ultima.
Prendete la candela rossa ed accendetela, nel momento in cui la rimettiamo a posto, lasciar cadere tre gocce di cera fusa sulla foto dell’ex.
A questo punto occorre pronunciare la seguente invocazione:
Dea Osiride, io ti invoco,Ascolta la mia richiesta,Senti il mio dolore,Signore del castigo,Giudice della NaturaOsiris ti invoco,Questa vergogna e danno è stata fatta da (nome dell’ex)Sii la mia vendetta e il suo doloreSii la mia felicità e la sua sofferenzaFa che beva lo stesso dolore che ha fatto assaporare a me,Così sia, oh grande Dea.
Ora occorre accendere le altre candele (nere), in senso antiorario rispetto alla candela rossa.
Trafiggete il limone con gli spilli e trapassare la foto nel punto in cui c’è la testa e dire:
Hai perso la ragione, 
La tua disperazione, 
la tua infelicità, 
la tua mancanza di mascolinità (o femminilità), 
Ti ordino di essere ridicolizzato dalla mia volontà. 
Con i restanti spilli trafiggete il limone come prima, però questa volta trapassando la fotografia nell’area del cuore, e dicendo:
Lascia che il tormento, 
la pazzia, 
la gelosia, 
l’insicurezza, 
il dolore della punizione.
Ti riempiano il cuore la vittima della tua stessa passione, 
e ti portino gelosia e tradimento;
che possa tu stesso essere tradito.